13 febbraio 2017

Nola, gli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli in visita in città lungo il percorso dei Gigli

Nola – Gli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli ospiti in città per una visita guidata lungo il percorso storico dei Gigli. Nell’ambito dell’ accordo di collaborazione, instaurato tra la Fondazione e l’ Accademia, una delegazione di studenti che sarà impegnata nella realizzazione del manifesto della Festa dei Gigli 2017 ha effettuato, ieri mattina, 9 febbraio, una visita guidata nei luoghi di maggiore interesse storico – artistico presenti nel tradizionale itinerario delle macchine. Tutto questo per agevolare la conoscenza della kermesse e favorire il lavoro creativo di quanti si cimenteranno nel bando per l’immagine coordinata della prossima edizione della kermesse.

Ad accogliere i ragazzi, accompagnati dalle docenti Daniela Pergreffi e Ivana Gaeta, è stata una delegazione della Fondazione Festa dei Gigli, composta dal presidente, Raffaele Soprano, e dai consiglieri Umberto Barbalucca, Gaetano Fusco, Angelo Celentano, oltre che dall’artista Vittorio Avella.

Prima tappa è stata piazza Duomo, fulcro della grande ballata dei Gigli e della Barca. Il tour è proseguito poi sulle tracce della vita di San Paolino con la visita all’interno della Cattedrale curata da Elisa Vitale dell’associazione Meridies. Subito dopo è stata la volta della suggestiva chiesa dei Santi Apostoli, in corrispondenza della così detta “Girata di Caparossa”, dove Antonio Napolitano, presidente dell’associazione Contea nolana, ha illustrato anche grazie all’ausilio di filmati storici, il rituale e l’ evoluzione della Festa dei Gigli e delle sue poderose macchine. Non meno interessante è risultata la sosta alle ex Carceri, già convento di Santo Spirito, dove gli studenti hanno fatto visita a quella che oggi  è la sede della Fondazione. Qui hanno preso visione della mostra fotografica di Francesco Napolitano allestita in loco, “Anime salde”,  relativa a squarci particolari della Festa di cui la curatrice Rita Fusco ne ha tratteggiato il significato ed il valore. A chiudere la giornata è stata la sosta presso la bottega d’arte Tudisco nel corso della quale i ragazzi hanno apprezzato in maniera ravvicinata la tecnica costruttiva dei Gigli, così come dei relativi rivestimenti in cartapesta. Tutti hanno espresso vivo apprezzamento per l’esperienza vissuta che ha aiutato tutti i partecipanti a conoscere un patrimonio culturale di così alto profilo, legato alla tradizione dei Gigli, ancora purtroppo poco conosciuto. “E’ stata una giornata di grande valore culturale – ha dichiarato il presidente Raffaele Soprano – che dimostra ancora una volta la straordinaria potenzialità che ha la nostra Festa e la nostra città. Noi continuiamo a lavorare sulla strada della valorizzazione, l’unica che potrà consentirci di compiere quel salto di qualità che noi tutti auspichiamo da tempo. Ringrazio ancora una volta l’Accademia per questa occasione di collaborazione in cui crediamo tanto e le associazioni Contea nolana e Meridies per l’ottimo supporto che ancora una volta hanno offerto”

Commenta






Iscriviti alla Newsletter


Ho letto ed accetto la vs. privacy policy (D. Legs. 196/2003)